Archive for the stanchezza Category

Maledetta connessione a scrocco!!!

Posted in aggiornamenti, bilanci, personale, stanchezza on dicembre 5, 2007 by mezzaporzione

Si, lo so lo so… è una vita che non posto nulla di nuovo… ma la mia esistenza non me lo concede… anche perchè da quando si è rotto il router sono di nuovo collegata a “scrocco” ad una rete non protetta di un qualche vicino magnanimo e sprovveduto… solo che il più delle volte la suddetta  connessione fa schifo e cade… e poi non ritorna… sto combinata maluccio…

Quanto ad aggiornamenti c’è poco da dire… tra doppi turni e cavoli vari, non ho ancora scaricato i filmati di Liga, ma posso anticiparvi che non sono venuti un gran che, saltavo, ballavo e cantavo, ed in più la mia fotocamera non è che sia delle migliori… e poi devo ancora montarli e dargli una “pulita” per renderli quantomeno decenti…

Il carrozziere mi riceverà martedì mattina con mia somma gioia, per sistemarmi la macchina… meno male non ne potevo più… si prende 350 euri e mi sistema anche le altre strusciate che mi hanno fatto alposteggio per puro sfregio e spirito goliardico…

Per il momento non vi vizio troppo, me ne vado a dormire che sono già le 22.40 e sono sveglia dalle 4.30 di questa mattina… dopo un turno allucinante di mattina (molti pazienti impegnativi con un solo collega ed un solo medico, monitors che svampano all’improvviso e imprevisti di ogni genere), ho un mal di testa tremebondo e un ginocchio dolorante che oggi ho fatto la prima infiltrazione per cercare di scongiurare un nuovo e rognoso interventone… che giornata di merda… ma anche questa volta Amore mi è stato molto molto vicino… per mia fortuna…

Detto questo buona notte a tutti e speriamo in un pizzico di fortuna…

Annunci

Giornata campale…

Posted in bilanci, personale, stanchezza on ottobre 16, 2007 by mezzaporzione

La giornata è stata spettacolare del suo inizio e continua tuttora…

Solito turno pomeridiano a lavoro… stress, pazienti, fatica… ecc ecc… e fin qui tutto normale… la cosa che stonava nella mia solita “giornata media” era il fatto che sarei uscita in anticipo da lavoro… dovevo fare una piccola commissione… comprare il regalo di compleanno per Amore… ma non lo starò certo qui a rivelare, sennò lo scopre in anticipo… posso solo dire che è un bel regalo e che sono sicura che gli piacerà…

Dunque, prendo il regalo, lo occulto nella mia borsa di stoffa di fnac e mi metto in marcia alla volta della metro… ebbene si, dovevo andare con i mezzi (la mia macchina, una 500 del 1995, è senza assicurazione) fino dall’altra parte di Roma, per farmi fare un preventivo dall’ennesimo venditore di macchine… sto cercando la macchina ed in pochi giorni ho accumulato una pila di preventivi alta sei centimetri… ora la scelta si è ristretta a due sole automobili… ma ne parleremo poi…

Cianciando alle bande, arrivo alla metro e durante il viaggio è tutto perfetto… inizio a pensare che era da tanto tempo che non la prendevo e dopo un pochino, arrivata alla fermata comunemente denominata “arco di travertino”, a solo quattro esigue e miserrime fermate dalla mia destinazione (dove mio fratello mi attendeva nell’ufficio di mio padre, ovviamente con mio padre) il treno si ferma… attesa… suspance… e poi una suadente voce si diffonde dagli altoparlanti e pronuncia testuali parole “si prega la gentile clientela di abbandonare velocemente le carrozze del treno poichè a causa di un grave incidente il servizio è temporaneamente sospeso“… voi cosa avreste fatto o pensato?! Ci siamo dati tutti al fugone… riguadagnata la superficie dalle viscere della terra, ci si presenta una scena singolare… gente che sbucava smadonnando a destra e a manca… chi chiamava disperatamente qualcuno per ricevere informazioni su come raggiungere la sua destinazione (chiamate del tipo… “scusa, ma per andare dove devo andare, per dove devo andare?????“)… e di sottofondo sirene dei pompieri, polizia e quanto altro in possesso di una sirena o un lampeggiante, che correvano verso la direzione opposta alla nostra… ma nonostante tutto ho messo in moto quelle quattro rotelle che ancora giravano ed ho rapidamente realizzato che bastava prendere un autobus per arrivare alla mia detinazione… l’unico problema era che c’erano tipo 200.000 persone alla fermata… ed un traffico terrificante… più che un incidente in metro sembrava una manifestazione in piena regola… tipo G8… gente che attraversava a casaccio la strada noncurante di macchine, moto e scooter… chi cantava… al che ho deciso che me la sarei fatta utilizzando il più antico ed affidabile mezzo di locomozione conosciuto al mondo… SUOLA E TACCHI… non considerando l’effettiva distanza che avrei dovuto ricoprire a piedi… ringrazio ancora il cielo per essermi vestita sportiva come al solito… benedette scarpe da ginnastica!

Alla fine dopo una lunga (e dico lunga) scarpinata sono approdata in ufficio da mio padre, disidratata e madida di sudore, andiamo dal concessionario, che ci ha fatto il suo bravo preventivo vantagioso e scontatissimo e che domani mi chiama per dirmi quali macchine ha in dogana e quindi in consegna in pochi giorni… dopo di che sono zompata nella comoda macchina di mio padre e metà tragitto per tornare a casa me lo sono fatto pisolando… troppo stanca!!!!

E per concludere la serata c’è stata la telefonata con amore, che sta abbastanza bene adesso, al quale ho dato qualche indizio sul suo regalo di compleanno… tipo il suono della confezione e qualche generica notiziola sul contenuto… ed ora eccomi qui a postare, scrivo da un sacco di tempo ed ora lo pubblico… speriamo che vi faccia fare un paio di risate… buona notte a tutti!!

Non so che scrivere

Posted in lavoro, personale, stanchezza on settembre 7, 2007 by mezzaporzione

Questo post è espressamente scritto per una persona che mi ha chiesto e stasera non scrivevo nulla… e che non può mandarmi un meme al giorno (che magari toglie il medico di torno)…

Il guaio è che non ho idea di cosa scrivere, la giornata è stata pesante… stamattina alle 9 l’ultima lezione di pratica x la patente che lunedì ho l’esame… speriamo bene! Poi turno allucinante nonchè allucinoggeno a lavoro (che ve lo sto a di a fa) ed in ultima istanza, come se non bastasse, dopo aver staccato con mezz’ora di ritardo, sulla soglia di casa mi arriva una telefonata da una collega che faceva l’ultimo turno, che mi dice se erano rimaste a me certe chiavi che praticamente sono indispensabili per gestire il reparto… io dico di no, che ne ero sicura, ma per scrupolo mi sono di nuovo imbarcata alla volta del lavoro per controllare se ste cavolo di chiavi erano rimaste nella mia divisa ben custodita nel mio armadietto… arrivata lì ovviamente ste maledette chiavi non c’erano e me ne sono potuta tornare a casa alle 19 passate… sto stravolta… penso che i negozianti della strada che faccio per andare a lavoro mi abbiano presa per pazza… oggi mi hanno vista passare ben 4 volte… sempre più derelitta…

Ed ora me ne sto a casa davanti al mio amico Vaio, ho parlato poco fa con Amore… e mi sto mangiando un po’ di buon gelato artigianale, che magari mi rinfranca un pochino il cuore… mi sento stanca e un pochinino apatica… e poi al pensiero che domani faccio il primo turno mi prende a male… devo stare in reparto alle 6 del mattino, allegra e pimpante come richiede il livello della qualità della clinica… devo “indossare la divisa ed il sorriso”… per carità, sono la prima che si mette a fare caciara a lavoro… sempre allegra e non mando mai a quel paese nessuno, ma a pensarci adesso che anche domani devo fare così… non è che mi prende troppo… vorrei andare a fare una passeggiata al mare, magari di sera… una cosetta romantica… mi farebbe molto bene indubbiamente… al cuore ed allo spirito…

Niente, mi riconsolo un una leccatina di gelato… ci si sente presto!

Stanca morta

Posted in masturbazioni mentali, personale, stanchezza on luglio 30, 2007 by mezzaporzione

Sto lessa stasera… l’ennesimo doppio turno, non so quanto resisterò ancora… è dura seguire 15 pazienti con una sola collega e un solo medico… poi ci metti pure le urgenze e tutto il resto, quando esci non ti rendi conto che hai finito e nelle orecchie senti ancora il suono degli allarmi dei vari monitor… mamma mia che cosa stressante… fortuna che si lavora fino all’11 agosto e poi FERIEEEEEEEEEEEEEEEEEEE!!!!! Si torna il 3 in turno…

Poi sono anche da sola in camera, mio fratello è partito (per una sola settimana) e quindi ho la camera x me, posso accendere e spengere il pc quando mi pare… e lasciare le mie cose sul suo letto… sono ammonticchiate almeno finchè non tornerà sabato…

Ma ora basta, non è solo la fatica che mi sfinisce questi giorni… sono pensieri vari… persone a cui vuoi bene che soffrono… i colleghi matti, le scaramucce con Amore… gli amici… vediamo che succede… tanto il copione è sempre lo stesso… speriamo in una sonora botta di culo!!!!

E nulla, ora vado a ninna che so stanca morta… ma prima mi faccio un giretto lampo sui miei blog preferiti…