Archive for the attimi di follia Category

Passioni e passatempi

Posted in attimi di follia with tags , on novembre 7, 2009 by mezzaporzione

Buona sera a voi, miei cari lettori della blogosfera… che se dice? Io ve dico che sto spompata… oggi doppio turno bello pieno e pingue di spettacolari evoluzioni… roba da matti!

Nei pochissimi secondi in cui sono riuscita a connettere tra loro i miei tre neuroni supersititi, oggi pensavo a quante cose mi sarebbe piaciuto fare nel mio tempo libero (a patto di trovarne)… ho realiazzato che alla fine mi piacerebbe fare tremila cose, ma alla conclusione dei fatti non ne faccio mai una… pensavo per mancanza di tempo… invece è più per mancanza di fantasia… quando torno a casa non mi va di fare nulla se non spalmarmi sulla scrivania col mio meraviglioso vaio… e poi avrei tremila cose da fare… E NUN ME VA!!! Quel posto mi sta rendendo apatica…

Ma come faccio a fare tutto ed a far avanzare qualche minuto per qualcosa di solo mio… qualcosa che mi rilassi e convogli in qualcosa di buono tutta la mia energia negativa accumulata nella giornata in quel luogo di matti???  

Si accettano consigli… grazie!!

Annunci

I need a psychanalist…

Posted in attimi di follia, esaurimento on ottobre 26, 2007 by mezzaporzione

Inizio a sospettare di avere davvero necessità di essere curata da uno specialista… ma di uno bravo… più vado avanti e meno ci capisco… l’unica cosa positiva è che domani se dio vuole vado a fermare sta benedetta macchina (non sembra ma me ne stanno facendo di pressioni, da tutte le parti…), su cui nessuno è d’accordo… adesso avrei solo voglia di migrare su un’isola e starci almeno una settimana…

Serata stile ER

Posted in attimi di follia, ER, personale on ottobre 3, 2007 by mezzaporzione

Stasera abbiamo rasentato il telefilm… stavo tornando a casuccia, dopo una serata a lavoro massacrante e dopo essermi fatta male al ginocchio operato oggi pomeriggio, quando sul ciglio della strada a pochi metri da casa me vedo uno in posizione tartaruga… stava sulla schiena, privo di sensi, bianco cadaverico… sono scesa di corsa dalla macchina, ho attraversato al volo i semafori (logicamente era ad un incrocio) mentre mio fratello, che mi era venuto a prendere, posteggiava la macchina al volo da qualche parte, e mi sono precipitata col cellulare in mano pronta a chiamare il 118…

La scena era pietosa e carica di tensione… respirava appena ed era in pieno shok… credevo fosse stato investito e lasciato li, a quell’ora non c’erano molte macchine, oltre a noi c’era un furgone che si è messo di traverso per riparaci dagli altri veicoli (logicamente era un incrocio, come dicevo prima, ma anche in curva…)… ho iniziato l’accertamento, ma non rispondeva agli stimoli… nel frattempo i ragazzi del furgone hano chiamato il 118 che è arrivato in pochissimi istanti… mentre procedevo mi pareva di rivivere le scene di qualche anno fa quando stavo in aula a fare il corso di rianimazione e poi a lavoro in pronto soccorso… dopo qualche minuto è riuscito a rispondermi… si chiama Simone… oltre alla voce mi è arrivato un olezzo di vino misto ad alcool… e li ho realizzato che era solo ‘mbriago come ‘na cucuzza… ragazzi che spavento… ho ancora l’adrenalina che va a tremila in giro per tutti i miei nervi… che spettacolo ragazzi, io me so pure divertita!!!