Archive for the amici Category

Di corsa (camminicchiando) sotto la pioggia

Posted in amici, personale, risate, tempo libero, Uncategorized on maggio 20, 2008 by mezzaporzione

Eccomi qui a scrivere un ponderatissimo post sulla domenica corsereccia appena trascorsa all’appuntamento romano della Race for the Cure… faccio fatica a non dimenticare delle cose… ci sarebbero talmente tanti fatti da raccontare che non so quanti giorni impiegherò per fare un resoconto dignitoso… con il mio personal style…

Con la minaccia di pioggia incombente, punto la sveglia alle 7 di domenica mattina (sperando di trovare il bagno di casa libero), e con i vestiti già pronti dalla sera prima – proprio per ottimizzare i tempi – mi avvio per iniziare gli sciacquettamenti mattutini… poco fiduciosa mi preparo la colazione, infuso alla mela e pane tostato con doppia razione di marmellata (in previsione del prolungato sforzo fisico a cui andavo incontro) e intanto scruto il cielo nero e minaccioso…

Con il mio fido iPod al seguito, mi avvio verso la stazione dietro casa per prendere il treno che mi avrebbe lasciata ad ostiense, ad una fermata di metro dall’appuntamento fissato dalla capitana… ma… iniziano gli intoppi… parte l’incomprensibile voce dell’altoparlante della stazione che annuncia “Attescion plìs, attescion plìs! Causa perturbazione atmosferica il treno non effettuerà la corsa prevista.” Sprofondo nel panico, temevo di arrivare tardi, e memore della minaccia di evy per i ritardatari (di portare il capitano in braccio per tutto il percorso) inizio a togliere le ragnatele dal cervello per sfoderare una strada alternativa… ma nulla, è tutto inutile e mi rassegno ad aspettare la corsa successiva per 30 interminabili minuti… dopo la doverosa pausa bagno alla stazione di Ostiense, mi avvio alla metro e con molta sorpresa inizio ad incontrare persone con la maglietta della Race, anche qualche famigliola con bambini a seguito tutti contenti di andare a fare una passeggiata con mamma e papà e di vedere tanta gente…

Arrivata a Circo Massimo, chissà perchè mi immaginavo di trovare poche persone… invece con mia somma sorpresa c’era una massa informe e multicolore di personaggi di varia nazionalità che ridevano e scherzavano… tutti pronti a fare la maratona… dopo alcune telefonate la capitana mi è venuta a recuperare per unirmi al gruppo in attesa che arrivassero le ultime componenti… è stato un po’ “traumatico” dare dei volti, delle voci e delle espressioni a dei nick di un blog… tutt’ora faccio un pochino di confusione ad associare nomi e volti… ma sciolti gli indugi inizali siamo partiti alla volta della linea di partenza… e nostro malgrado ha iniziato a piovere… l’allegro ed umido motivetto della pioggia ci ha accompagnato esattamente fino a 10 minuti dopo l’arrivo, tra un “apri l’ombrello… chiudi l’ombrello… io j’o tajerebbe qu’ombrello”… tra impermeabili multicolor e ombrellini di pucca ci siamo avviate lungo il percorso, (di 2 o 5 chilometri) denso di pozzanghere formato lago di Bracciano e insidiosi sanpietrini… ma alla fine siamo giunti tutti a traguardo più o meno bagnati, tra sforzi eroici di compiere l’ultimo chilometro correndo e conversazioni multilanguage con un tedescone formato armadio ikea… spettacolo ragazzi… abbiamo proprio camminicchiato slalomando tra spose e discorsi più o meno seri, in ogni caso divertendoci e facendo molte risate… era un po’ di tempo che non mi capitava di stare bene con tante persone che praticamente non conosco per niente… sono stata proprio felice, ma i ringraziamenti li farò alla fine… quindi vi tocca leggere tutto e sciropparvi il polpettone che vi sto propinando!

D’obbligo il giretto al villaggio dentro l’attrezzatissimo impianto di Caracalla (ma de che) al grido di “gelato, gelato!”, ma non essendo bambini abbiamo dovuto accontentarci di palloncini, bolle di sapone e altre chincaglierie… il gelato ce lo siamo preso fuori, in un baretto, con la dovuta calma, finendo di chiacchierare e di progettare il prossimo incontro, dopo la blogbeer del 31 maggio… si fantasticava sulle nostre personali pins, un blog di gruppo… e tante belle cose che sicuramente prima o poi metteremo in pratica.

E nulla, una volta consegnato nelle mani della motorizzata Mary (non abbandona mai il suo fido squalo) l’aggregatore gonfiabile, ognuna si è avviata verso la sua strada trotterellando più o meno stancamente, ma secondo me contenta…

Adesso posso fare i ringraziamenti a tutti… la vostra tenacia è stata premiata… in primis alla capitana Evelina aka Evylyn, è stata fantastica nell’organizzare e gestire il tutto, e si vedeva che ci teneva paricolarmente… in secundis a Mary aka Pastamista che anche lei si è impegnata nella faccenda; poi a Chiara, aka kiaura per l’impegno che sta mettendo nel realizzare il nostro logo; una nuova gradita conoscenza, Viditu, simpaticissimo ma di cui al momento non riesco a focalizzare il nome… FIGURACCIA; Federica aka  Kika23, simpaticissima; la nostra fotografa ufficiale Giorgia (se sbaglio dimmelo, ti prego) aka Bryenh; Giorgia aka Giorgia, con cui ho avuto pochi scambi di parole ed infine l’ablogghica Rosanna, un’altra graditissima conoscenza (COME TUTTE LE ALTRE). Non voglio dimenticare le assenti Alesstar e Victoria Lewis.

Che dire, non vedo l’ora di combinarne delle altre con le matte della GeekGirls… e spero tanto che non vi siate tagliati le vene dopo aver letto tutto, io sono prolissa nel parlare e ancor più nello scrivere… avoglia a dire che dovevo fare teatro… mi si impiccavano tutti quanti dopo 10 minuti!!! Presi per sfinimento!!!

Fanciulle (e fanciullo) alla prossima, intanto beccatevi ste foto, va!!!!

* little update… Grazie per la comprensione Umberto, aka Viditu!!!!!

Annunci

Nun j’a posso fa’…

Posted in amici, amore, personale on maggio 8, 2008 by mezzaporzione

Che periodo stancante… sai quando vorresti fare tremila cose e invece per puzza riesci a farne una… e magari pure malamente?? Ecco, siamo a quei livelli… la fatica è relativa, è sempre quella, non cambia mai… solo che in più ci si mettono tante altre cose che ti sfiniscono mentalmente, specie se riguardano persone a te molto vicine…

Spesso il senso di impotenza prende il sopravvento e l’unica cosa che puoi fare è prestare ascolto… ed aprire il cuore… e magari mettendo insieme le idee qualcosa ne viene fuori… magari proprio qualcosa di buono… che forse sistema le cose una volta per tutte… certo, non nel modo in cui voglio io (lui non so quanto condivida, anche se a volte ho l’impressione che i nostri pensieri siano simili)…

L’unica soluzione che mi si profila al momento è sperare nella settimana di ferie che ho chiesto dal 19 al 24… il fatto è che come al solito le mie ferie sono in “forse”, dal momento che a lavoro si prospetta l’ennesimo periodo difficile… lavori in corso e tanti pazienti da gestire… poi il rinovo della certificazione di qualità a metà giugno… ehi, il mio compleanno si avvicina inesorabilmente… la vecchiaia incombe!!!

Stasera Amore è uscito con un nostro amico… meno male, era ora che uscissero di nuovo, stavo quasi in pensiero che ieri avevano rimandato… gli fa bene passare tempo con lui, così si rilassa e pensa un po’ a se stesso più che a tutti i pensieri che gli affollano la testa… ed io sono qui a scrivere sto post senza senso (come la maggior parte degli altri che ho postato) per passare un po’ di tempo e per farvi sapere che sono ancora viva, tutto sommato… inoltre stiamo prendendo ulteriori accordi per la Race… GeekGirls mi dispiace di non poter venire sabato, ma domenica 18 ci sarò in calzoncini e canottiera, a far mostra delle mie cicatrici!!!

Ne approfitto per spammare ancora un pochino per l’iscrizione alla Race… RAGAZZEEEEEEEEEEEEEEEEE DOVE SIETEEEEE??? YYYYYYYUUUUUUUUUUUUUU-HHHHHHHHHHUUUUUUUU!!!!!!!!

Cronaca dei miei (pochi) giorni di ferie

Posted in amici, ferie, sagre on gennaio 21, 2008 by mezzaporzione

Facciamo un resoconto dettagliato, la circostanza lo merita anche perchè non so quando sarà possibile prendere nuovamente dei giorni di ferie, si prevedono tempi mooooooooooolto duri e cupi: la terza collega ha dato maternità e dal 14 febbraio se ne andrà un collega che ci fa sta grazia (un ringraziamento particolare va a Dio in persona che è riuscito a toglierci dai piedi quell’essere inutile).

Giorno 1: giovedì… giornata tranquilla conclusasi con un’allegra cena con due colleghe della scuola infermieri… meno male che ci sono anche loro… siamo andate allo Sport Cafè, dove abbiamo mangiato di gusto ed abbiamo passato una serata a dir poco spettacolare… secondo me quel posto si presterebbe bene per una birrata, è da tenere a mente.

Giorno 2: venerdì… tutto il giorno in giro con la mamma, giornata non molto riposante ma produttiva… l’intento era comprare qualche vestitino, ma non c’era un benemerito cavolo ed abbiamo solamente fatto tanti chilometri a piedi…

Giorno 3: sabato e domenica (la domenica non conta come giorno di ferie)… fine settimana all’insegna della buona cucina. Con Amore siamo partiti alla volta di Oricola per una seratina tra piccioncini per poi sguffarci il giorno dopo alla “sagra della braciola”. Attendevamo la domenica mattina solo una coppia di amici (Andrea e Manu), ma siamo stati piacevolmente sorpresi dai colleghi di Ale… alla fine eravamo in 12!! La cosa poco positiva è stata che il paese della braciolata non era pronto (a nostro parere) a sfamare tutta quella moltitudine di gente che si è presentata… non per carenza di cibo, ma per l’organizzazzione… alle 13.30 siamo scappati per andare a mangiare in agriturismo… logicamente abbiamo mangiato come disgraziati (primi fantastici, secondi deliziosi e contorni e dolci sublimi…). Poi, dopo una lunga arrampicata (stile stambecco)su fino alle rovine del castelletto di Carsoli, siamo tornati a casa. Troverete le foto della giornata qui.

Giorno 4: lunedì… eccoci a casa, a smaltire le ferie ed a rimpiangere di averle già finite… oggi nulla di speciale, speravo di andare a vedere qualcosa al cinema, invece nulla… sola come al solito anche oggi! Fa niente, ormai dovrei esserci abituata!! Adesso preparo la cena, mi sono appena finita di vedere la prima puntata della serie nuova dei Simpson, e da domani si ricomincia… ci si sente presto gente!!!

Che bella serata

Posted in amici, cinema, personale, tempo libero on luglio 14, 2007 by mezzaporzione

Ieri è stata una giornata bella piena… e la serata… divertente…

Con le cuginone siamo andate e vedere l’ultimo Potter… non sono un’appassionata ma mi piace vedere quei film… beh… anche questo merita la nomina che si porta dietro… appassionante, colpi di scena a suon di bacchettate magiche… e poi la nuova preside della scuola è odiosa… ma andatelo a vedere che merita proprio tanto!!!

Dopo il film, che dura come sempre due ore e mezza, pubbetto sconosciuto in allegria con mega paninozzo “Texano”… patate fritte e mega hamburger con coca cola… non amo la birra mentre mangio… e poi rientro a casa… alle due passate di notte… tutto sommato sono stata bene…

Invece per il fine settimana si prospettano due giorni di folie appena scade il coprifuoco alle 19… si va fuori con Amore… e si folleggia… non vedo l’ora… poi da lunedì si riprende a lavorare, anche se non sto proprio al top della forma… ma mi sono stancata di stare a casa a covare… poi vedremo come va tutta la storia!!!

Le sorprese non finiscono mai…

Posted in amici, amore, bilanci, ottimismo, personale, tempo libero on luglio 13, 2007 by mezzaporzione

La seratina ieri credevo fosse finita lì, invece mi è arrivata una graditissima sorpresina… Amore, di ritorno dalla sua cena tra colleghi folli, all’una di notte mi si è presentato sotto casa… siamo stati insieme fino alle tre… uno spettaclo esagerato… credetemi… mi ci voleva proprio una giornata così… di quelle che ti organizzi all’ultimo minuto e che non sai se hai finito e puoi andare a dormire finchè non sei nel letto che già dormi… quelle con molte “varie ed eventuali”… poi forse stasera si prspetta qualcos’altro con le cuginone… e domani fine settimana di follie… nel vero senso della parola… se solo passasse il medico dell’INPS sarei molto più felice… avrei un pochino più i libertà…

Seratina tra colleghe

Posted in amici, mah.., personale, risate, varie ed eventuali on luglio 13, 2007 by mezzaporzione

In barba a quanto affermato ieri, la mia cenetta con le colleghe alla fine si è fatta… eravamo solo in tre, ma le tre peggio del mio corso universitario… io, di 25 anni, Flavia di 35 ed Alessandra di 40… un’assortimento micidiale!!

La serata è stata fantastica fin dall’inizio, l’appuntamento… ognuna delle tre aspettava le altre in un punto diverso… manco le comiche di Pozzetto… dopo le 21 siamo riuscite ad incontrarci tutte dalla stessa parte (colpa di Flavia che ha detto due cose diverse a noi altre)… poi siamo andate a mangiare ad un ristorantino sconosciuto in una traversa buia della via Cassia… il posto a mio parere non era gran che, solo il vino era ottimo… bianco della casa imbottigliato nel 2006… una mazzata allo stomaco bevuto fresco, scendeva giù come l’acqua minerale… ancora adesso ne sono un pochino stordita…

E niente, la cosa che ha salato e pepato la serata sono state le chiacchiere… un anno e passa di racconti… micidiale!!! Colleghe che hanno litigato e non si possono più vedere quando prima erano inseparabili… colleghe che convivono ma non devono saperlo le altre… colleghe che si sono sposate, che vivono con i loro rispettivi fidanzati… BEATE LORO… Delle cose mai viste né sentite… specie da persone come la Alessandra che ci ha chiesto il posto più strano in cui abbiamo fatto sesso… ed ha vinto lei… ma di poco, molto poco, solo che nessuna di noi ha mai pensato di esplorare le scalette che portano dietro il monumento di piazza Venezia, qui a Roma… ognuna ha detto la sua ma lei ci ha messe in mutande ed ha vinto…

Mi sono meravigliata di quanto mimancassero questi due personaggi… la cosa brutta è che a fine serata ho proposto di fare almeno una cena di queste al mese, ma la loro risposta è stata un silenzio agghiacciante… che lascia poco adito alla speranza… peccato… magari riusciamo lo stesso a farne qualcun’altra…

Mah…

Posted in amici, mah.., masturbazioni mentali, personale, varie ed eventuali on luglio 6, 2007 by mezzaporzione

Non so nemmeno io cosa scrivere… ho tremila idee che mi frullano e rifrullano per la testa, ma nessuna di queste mi va di sciverla… sono informi, senza senso… alcune mi danno dispiacere, altre sono legate a bei ricordi ed a tante speranze… progetti che quasi sicuramente non andranno mai in porto… ma la maggior parte riguardano le speranze per l’immediato futuro ed il presente… lo schifo di presente… tante cose… troppe… per una piccola come me… con un cuoricino solo ed un fegato che ha visto tempi migliori… chissà chissà…

Fa male leggere certe cose che non ti saresti mai immaginata, da persone che non ti saresti mai sognata… e vedere che tante cose non sono come credi e che tutto è molto più “in bilico” di quanto avessi mai immaginato… ti fa sentire triste e spaesata… perchè molte cose che per te sono di un’importanza esagerata magari agli occhi di altri non lo sono e possono passare in secondo piano… o terzo piano… o peggio sullo sfondo di tutto… e comunque tutti i tuoi sforzi di spiegare e di cercare di capire e far capire spesso e volentieri non vanno mai a buon fine… e si ritorna da capo… in quell’equilibrio precario che c’era prima… fragile come una farfalla di cristallo esile e delicata… che al minimo tocco di brezza vacilla e rischia di cadere in mille pezzettini… irrecuperabili… come sono poetica stasera… Amore ti amo…

Poi vedi che la maggior parte degli sforzi che fai per uscire, per sfogarti, per fare quello che fanno tutti i comuni mortali non vanno mai in porto… organizzi, fai girare le idee, chiami e mandi messaggi… ma mai una volta che riesci a farcela… io ne sono l’esempio vivente… persone che chiacchierano e basta… si organiza e poi danno tuti buca… io sono solo lavoro e casa…e Amore quando ci scappa un po di tempo… non riesco a capacitarmi… ho voglia di ubriacarmi e di fare cazzate in giro… di prendere i cornetti alle 4 di notte in una pasticceria sperduta… di andare a ballare e fare la matta… tutto il mondo fa queste cse… ma pare che qualcuno ha deciso che io non possa farle… e vorrei proprio capire che ho fatto di male per meritarmelo… e mentre ci penso riverso tutto sul blog… che poi chi me lo fa fa a me ancora non lo so… mi sento una diciottenne con la vita di una cinquantenne.. anzi, quelli almeno hanno qualche cosa da fare… io ho solo la casa e la clinica… e i guai… le malattie, che non mi hanno mai abbandonato nel corso di tutta la mia vita, dall’infanzia fino ad oggi… deprimente… scherzando dico che voglio andare a fare un pellegrinaggio tra santuari e luoghi di culto… ma credo che come metterei il piedino sulla soglia della prima chiesa rischierei di essere fulminata… tutto quello in cui credevo e confidavo si sta mano mano sgretolando… e non riesco a farci nulla… gli altri continuano la loro vita bene senza di me… ma io vivo malissimo la mia vita senza loro… ho Amore, che poverino sta sclerando e non vuole portarmi ad ubriacarmi… sono proprio una buona a nulla…